LIBRO DI NOVEMBRE: OGGI FACCIO AZZURRO, di DARIA BIGNARDI

Nella stanza c’erano solo due ragazzi francesi in pantaloni corti che studiavano i dipinti su vetro appesi alle pareti. Mi ero voltata da ogni parte per capire da dove arrivava la voce e l’avevo sentita di nuovo. «Mi chiamo Gabriele, come l’arcangelo» aveva detto, «ma qui in Germania è un nome da donna. Il tuo invece che razza di nome è?»

L'amore perduto e la vita da ritrovare, guardando il cielo: è arrivato il nuovo romanzo di Daria Bignardi

Galla ha perso il suo grande amore, il marito Doug, che l'ha lasciata improvvisamente dopo vent'anni di vita insieme. Si sente colpevole per questo: colpevole di essere stata abbandonata, responsabile del proprio stesso dolore e delle mancanze che l'hanno generato, mentre dentro di lei un ingombrante silenzio si fa spazio a ricordarle che se una donna viene lasciata sola a quasi cinquant'anni difficilmente potrà guardare al domani con fiducia. Ex modella dal nome imperiale - scelto dalla madre che voleva infonderle la fierezza dell'immortale romana Galla Placidia - è la protagonista del nuovo romanzo di Daria Bignardi, Oggi faccio azzurro, una storia piena di leggerezza e di profondità, di grazia e di tenerezza, che esplora la relazione che ognuno di noi ha con il dolore quando questo irrompe nelle nostre vite. Rimasta sola, Galla cerca di rifugiarsi nelle poche certezze della sua vita: le sedute dalla dottoressa Anna Del Fante, che la ascolta scrutandola da dietro le lenti dei suoi occhiali rossi, e le prove di canto al coro del carcere, unico luogo in cui si sente davvero bene da quando il mondo esterno è diventata un'arena piena di sfide. Il silenzio che si spalanca nella vita di Galla però, a un certo punto, viene interrotto da una strana Voce che si manifesta per la prima volta nel corso della sua prima estate senza Doug, mentre lei si trova in viaggio da sola, a Monaco di Baviera. Entrata per caso in un museo che ospita una mostra di Gabriele Münter, artista tedesca che fece parte del gruppo del Cavaliere Azzurro con Vasilij Kandinskij, Galla viene colpita profondamente dalla visione dei suoi quadri così pieni di colore e di gioia. Ne viene ipnotizzata. Ecco che proprio in quel momento la Voce di Gabriele, potente e a tratti scanzonata, decide di entrare nella sua vita per parlare con lei dell'amore, dell'abbandono, dell'arte e del dolore.

Cliccate nel link qui sotto per connettervi con il sito Mondadori.


Oggi faccio azzurro

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Care amiche, Eccovi il link della registrazione del nostro Book Club di sabato, 5 giugno, con la generosa e interessantissima partecipazione di Teresa Ciabatti, autrice del romanzo "Sembrava bellezza"